Webcam

Vedi le nostre webcam

Dove soggiornare

Dove dormire

Contattaci

Invia una richiesta

Passeggiando per Taormina

By Sicily Holidays in : Itinerari, Taormina // mag 10 2010

In qualsiasi ora del giorno e della notte, passeggiare per Taormina offre al turista una sensazione di relax e di piacevole familiarità. La cordialità degli abitanti verso lo straniero fa parte di quel bagaglio storico che i taorminesi hanno accumulato in secoli di dominazioni e di promiscuità con genti di ogni paese e cultura. E’ questo che rende unica questa città nel contesto siciliano, dandole così una connotazione cosmopolita.

Gli utenti Firefox devono cliccare qui per la foto mappa

Urbanisticamente parlando, Taormina si sviluppa attorno al Monte Tauro e mantiene nell’impostazione delle sue strade, sia la struttura dell’urbe romana sia quella della città medievale. La via principale: il Corso Umberto, ricalca la linea del decumano romano a cui s’innestano stradine ortogonali, per lo più caratterizzate da scale, che si conformano alle linee degli antichi cardines.

Le due porte Porta Messina (a nord) e Porta Catania (a sud ovest) racchiudono il centro storico della città ed in antico costituivano un passaggio obbligato ( antica Via Valeria ) per coloro che dovevano raggiungere le località della costa messinese e catanese.
Oggi, il Corso Umberto pullula di luci e di negozi, di bar e di ristoranti ed è il ritrovo per gli amanti dello shopping. Grandi firme ed artigiani espongono i loro prodotti in un grande sfavillio di luci e colori. Da porta Messina a porta Catania i negozi si alternano ai monumenti ed alle chiese, ecco che potremo ammirare i quadri di Sergio Giolini nella Gladys art Gallery e subito dopo incontrare la mole del Palazzo Corvaia, grande palazzo quattrocentesco che racchiude nella parte mediana della sua struttura una bellissima torre araba. Superata la seicentesca Chiesa di S.Caterina, tle luci dei negozi illuminano la passeggiata e l’attenzione dei turisti viene captata dalla molteplicità dei prodotti esposti. La frutta di marzapane esposta nella pasticceria Chemi stimola la vista e le papille gustative, mentre le ceramiche dipinte nel laboratorio Kerameion in Via Santippo offrono un’alternativa locale alle ben più note ceramiche siciliane. Prima di raggiungere la Piazza S. Agostino, una viuzza chiamata Vicolo Stretto, ci affascina per la singolarità delle sue dimensioni ( se avete un po’ di pancetta vi potrete entrare solo di traverso!)

A ridosso della Piazza S. Agostino, con l’annessa Chiesa, coggi sede della Biblioteca Comunale, un artigiano dell’argilla illumina la gradinata d’accesso al suo negozio con delle lampade ad olio da lui stesso prodotte. Lo splendido balcone della Piazza, incorniciato da variopinti oleandri fioriti e dalla presenza di bar famosi, dove la gente ama concedersi momenti di relax, è posto al centro della famosa via principale di Taormina ed è delimitato dall’antica Torre dell’Orologio, le cui campane suonano solo per avvenimenti eccezionali.

Il percorso che va dalla Torre dell’orologio a Porta Catania, anticamente chiamato “Borgo Medievale” presenta molti elementi di architettura rinascimentale, come i bellissimi portali con gli stemmi delle varie casate, che diventano accessi importanti di alcuni negozi, fra questi la Gioielleria Le Colonne di Di Alvaro e Correnti veri e propri artisti dell’oreficeria creativa.

Piazza Duomo si apre sulla principale Chiesa di Taormina dedicata a S. Nicola di Bari. Chiesa- fortezza, come è stata definita dagli studiosi, di origine medievale, fu ristrutturata nel 1500 e poi nel 1600 quando i Giurati della città arricchirono la piazza con la singolare fontana-abbeveratoio posta di fronte al sagrato. Nei pressi di Porta Catania,un vicoletto ci introduce ad un altro Palazzo Medievale, il Palazzo Duchi di Santo Stefano, costruito a ridosso della seconda delle cinque cinte murarie che difendevano Taormina, oggi sede della prestigiosa Fondazione Mazzullo. Superata la Porta, si potrà raggiungere il viale Pietro Toselli da dove attraverso i merli della prima cinta muraria,si potrà ammirare uno splendido panorama sull’Etna.

Tante sono le strade di Taormina degne di essere percorse a piedi, ognuna con le proprie caratteristiche, ognuna con i propri odori, ognuna con i propri locali e negozi. Da Piazza Vittorio Emanuele, localmente chiamata Piazza Badia, attraverso la via Teatro Greco, si potrà raggiungere il maggiore monumento di epoca greco- romana della città, il  Teatro Greco. anche qui una moltitudine di negozi accompagnerà il visitatore offrendo un’immagine variopinta ed estremamente vivace.

Sempre da Piazza Vittorio Emanuele, si potrà percorrere la via Di Giovanni, strada che permette di raggiungere il Giardino Pubblico o Parco dei Duchi di Cesarò. Un inebriante profumo di paste di mandorla ci assale passando dalla pasticceria Minotauro e …… gaudio per la vista ed il palato ci è offerto dalla grossa varietà di frutta di marzapane prodotta dalla Bottega del buongustaio. Percorrendo questa strada ,si potrà fare una sosta golosa presso il Bambar, dove si potranno assaporare delle ottime granite artigianali ai vari gusti di frutta. Entrando in via Giardinazzo, non si potrà fare a meno di notare l’ atelier del giovane decoratore di Taormina Tino Giammona i cui dipinti e le cui opere si rifanno alla tradizione settecentesca della cultura decorativa siciliana.

Non potendo elencare tutte le strade di Taormina, lasciamo il resto alla libera scoperta dei visitatori, garantendo sempre delle magnifiche sorprese!

Tag:, , , , , , , , , , ,

3 commenti per "Passeggiando per Taormina"

  1. Elena 11 giugno 2010 12:03

    Un ottimo itinerario per incominciare a conoscere Taormina

  2. anna orsini 19 settembre 2010 21:14

    Sono rimasta colpita dall’atmosfera davvero incredibile!
    Da tempo non mi capitava di emozionarmi così. Hai davvero ragione nelle tue descrizioni!nelle quali si percepisce il grande amore per una terra e luoghi che sono indimenticabili! Ti ringrazio Rosaria , spero di conoscerti presto ! allamia prossima vacanza, Ciao!

  3. Claudia 19 ottobre 2010 14:38

    Splendido corso, pieno di vita.

Lascia un commento