Webcam

Vedi le nostre webcam

Dove soggiornare

Dove dormire

Contattaci

Invia una richiesta

Itinerario Corso Umberto – Madonna della Rocca

By Sicily Holidays in : Itinerari, Taormina // ott 20 2010

Taormina dalla Madonna della Rocca

Gli utenti Firefox devono cliccare qui per la foto mappa

E’ il percorso pedonale più breve – una vera e propria passeggiata panoramica – che offre la visione dall’alto della città adagiata ai piedi del Monte Tauro.

Per imboccare la gradinata di accesso, basta salire per una delle scalette che intersecano il Corso Umberto lato monte, si attraverserà la via Don Bosco e si perverrà alla Circonvallazione, anello stradale  tracciato nel dopoguerra attorno al centro storico, da qui si potrà imboccare la scalinata che ci condurrà al santuario della Madonna della Rocca.

Man mano che si sale,possiamo osservare le sculture di Domenico Girbino raffiguranti le quindici stazioni della Via Crucis, che ammireremo per tutto il percorso assieme alla splendida macchia mediterranea ed ai fichidindia fioriti, alle agavi ed alle acacie.

Alla fine della salita, raggiungiamo il santuario della Madonna della Rocca, ricavato interamente nella grotta in cui pare che la Madonna comparve ad un umile pastorello. Questa piccola chiesetta fu fondata dall’Abate Francesco Raineri nel 1640 ed al suo interno si trova la sua tomba assieme al quadro miracoloso della Madonna.

Il panorama sulla città visto da questa chiesetta è fra i più belli del mondo.

A sinistra, il Teatro romano ci appare come una pietra preziosa incastonata nella roccia. Fu costruito nel III sec. a.C. dai greci di Naxos che si rifugiarono sul Monte Tauro per fondare Tauromenion, fu riedificato dai romani nel I sec. a.C. e ristrutturato ed arricchito sempre dai romani nel II e nel III sec. d.C. quando venne trasformato in arena per lo svolgimento dei giochi gladiatori.

Al giorno d’oggi  il teatro ospita da Giugno a Settembre,gli spettacoli organizzati da Taormina Arte,la più importante manifestazione culturale siciliana che si svolge sin dal 1983 con la produzione di prestigiosi eventi musicali, teatrali, di danza e con il festival del Cinema che costituì il primo evento. Taormina Arte infatti è l’erede della Rassegna Cinematografica Internazionale di Messina e Taormina, nata nel 1955, che per un ventennio ospitò i David di Donatello con la partecipazione dei più famosi personaggi dello spettacolo. Oggi nell’ambito del Festival del Cinema sono consegnati, al Teatro antico, i prestigiosi Nastri d’Argento, premi assegnati dai critici cinematografici.

Il nostro occhio lascia il teatro per ammirare il resto della città con i suoi tetti e gli spazi verdi del Giardino Pubblico che si accompagnano all’azzurro del mar Ionio. Il Giardino Pubblico, altrimenti detto Parco dei Duchi di Cesarò, fu voluto da una nobile inglese, Miss Florence Trevelian, sposata ad un medico taorminese proprietario della spianata su cui sorge. In esso alla fine dell’ottocento, la nobildonna fece piantare moltissime piante esotiche e mediterranee (alcune molto rare) e fece costruire delle originali casette a forma di pagoda dove amava intrattenersi con i suoi ospiti.

Girando di poco lo sguardo, notiamo la Piazza S.Agostino, grande balcone su di un vero e proprio spettacolo della natura. Il golfo fra Capo Taormina e la baia di Naxos, si fonde in un crescendo armonioso con la grande mole dell’Etna ed infonde  nel cuore quel grande senso di pace che solo la visione del bello può dare all’uomo.

Lasciamo il panorama per raggiungere la sommità del monte, dove si erge il Regio Castello di Taormina, che fu teatro di aspre lotte per la conquista del territorio fin dal X sec. ed è uno dei simboli medievali della città.

Dalla sua sommità (398 m.s.l.m.) lo spettacolo panoramico si completa in una visione a trecentottanta gradi sul territorio circostante: Naxos, l’Etna,la Calabria, monte Porretta, Monte Ziretto, monte Venere, Castelmola incorniciano con le  sfumature del verde e dell’ocra la ”Perla dello Ionio”.

Tag:, , , , , , , , , ,

Lascia un commento